Archivi del mese: giugno 2009

Cabaret

In Italia il cabaret conquista una relativa notorietà, anche televisiva, quando sbarca a Roma, ma il suo luogo d’origine è Milano con locali famosi come il Santa Tecla, il Derby, il Nebbia club dove passarono, coi loro testi più irriverenti, … Continua a leggere

Pubblicato in i gufi | Lascia un commento

Hippy

Riportiamo integralmente l’introduzione alla voce omonima di Wikipedia (link del titolo, che ci sembra calzante: La cultura Hippy (scritto anche Hippie) era in origine un movimento giovanile che ha avuto inizio negli Stati Uniti nel corso degli anni sessanta e … Continua a leggere

Pubblicato in controcultura | 1 commento

Una disperata protesta

Alla vigilia del festival (gennaio 1967) vari amici, tra cui Nanni Ricordi e Michele Maisano, cercano di dissuaderlo: ma Tenco è ormai in gioco. Forse non sa come fare; forse un po’, in fondo, ci tiene. Sta di fatto che … Continua a leggere

Pubblicato in 1967, Luigi Tenco | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Transatlantici

Il famoso architetto Gio Ponti sottolinea in un suo scritto che “una nave italiana è un pezzo d’Italia, essa deve rappresentare gli aspetti superiori di maggior prestigio del gusto, della cultura, delle arti, dell’artigianato italiano” e che “il turista deve … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Avere o essere?

http://www.gigimeroni.com/storia.html Meroni ascolta i Beatles e la musica jazz, dipinge quadri legge libri e scrive poesie. Convive nella “mansarda di Piazza Vittorio” insieme a Cristiana, la “bella tra le belle” dei Luna Park della quale si innamorò follemente tanto da … Continua a leggere

Pubblicato in calcio | Lascia un commento

Rivolte, rivoluzioni, colpi di stato

Il 1967 è un anno decisamente agitato sullo scacchiere internazionale: sotto la presidenza Johnson (che incontra il Papa per Natale) continuano i bombardamenti sul Vietnam del Nord; a giugno in 6 giorni Moshe Dayan sconfigge l’Egitto e occupa la Palestina; … Continua a leggere

Pubblicato in 1967 | Lascia un commento

Populorum progressio

Il 26 marzo 1967, Paolo VI pubblica l’enciclica “sociale” in cui denuncia le disparità economiche lasciate dal colonialismo e indica la Visione cristiana dello sviluppo 14. Lo sviluppo non si riduce alla semplice crescita economica. Per essere sviluppo autentico, dev’essere … Continua a leggere

Pubblicato in liberismo | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La svolta

Nonostante la fine del concilio vaticano secondo avesse introdotto “ammodernamenti” al rito liturgico (messa beat) , sulla spinta delle istanze sociali che provenivano dal mondo, specialmente studentesco (rivolte a Berkeley nel 1964, i provos in Olanda), in Italia il sesso … Continua a leggere

Pubblicato in costume, donna, sesso, studenti | Lascia un commento

Largo ai giovani

Non si sa se la musica sia stata causa o effetto del crearsi di un “movimento” giovanile, ma sicuramente lo ha accompagnato: si è già detto dell’importanza del 45 giri nella individuazione di una categoria (I ragazzi del juke box), … Continua a leggere

Pubblicato in Barbara Ann, Guccini, nomadi, Vecchioni | Lascia un commento

Signore e signori

Inviso alla critica di sinistra perché “questi operai di celluloide, che, se fossero di carne ed ossa, voterebbero per i socialdemocratici e ne approverebbero le alleanze, fino all’estrema destra, non solo sembrano caricature calunniose ma mi urtano maledettamente i nervi”; … Continua a leggere

Pubblicato in Pietro Germi | Lascia un commento

Il mondo è piccolo

Racconta Ferruccio Alessandri che il suo primo incontro con Linus avvenne proprio nel momento in cui stavano scaricando davanti ad un’edicola di Milano il pacco col primo numero, e lui, che allora lavorava alla redazione di Gamma, pensò che gli … Continua a leggere

Pubblicato in fantascienza | 1 commento

Joan Baez

Chi ripercorra le tappe della carriera di Joan Baez, indipendentemente dal successo musicale, ripercorre anche la storia delle lotte per i diritti civili nel mondo di cui We shall overcome è un po’ l’inno. L’interpretazione della Baez del 1963 la … Continua a leggere

Pubblicato in diritti civili | Lascia un commento

I pugni in tasca

titolo originale I pugni in tasca nazione Italia anno 1965 regia Marco Bellocchio genere Drammatico durata 107 min. distribuzione International Film Company cast L. Castel (Alessandro) • P. Pitagora (Giulia) • M. Masé (Augusto) • P. Troglio (Leone) • L. … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Lascia un commento

Linus

L’ avvenimento culturale del 1965 è senza dubbio l’uscita in aprile del primo numero della rivista Linus fortemente voluta dal libraio Giovanni Gandini che si finanzia con i fondi ricavati dalla vendita della propria collezione di francobolli. Lo sollecitano nell’impresa … Continua a leggere

Pubblicato in fumetti | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Ricerca e sviluppo

Facendo seguito al post precedente, il caso Sottsass è emblematico di quello che è mancato all’Italia di quegli anni per compiere l’auspicato salto di qualità. Dopo essersi laureato in architettura al politecnico di Torino nel 1939, inizia la sua attività … Continua a leggere

Pubblicato in comunità | 1 commento

Tradizione e modernità

A metà degli anni ’60 l’Italia è a una svolta: ha i mezzi per fare un salto di qualità e ha ancora la possibilità di decidere se importare la modernità degli altri o cercare di produrre qualcosa di originale innestandolo … Continua a leggere

Pubblicato in design | Lascia un commento

L’atomica cinese

Nel 1964 anche i cinesi hanno l’atomica e i russi proseguono i loro lanci spaziali inviando ben tre uomini nello spazio in una sola navicella.

Pubblicato in cosmonauti | Lascia un commento

Settimo: ruba un po’ meno

E’ il titolo del successo teatrale del 1964 della compagnia Dario Fo e Franca Rame (i precedenti sono Comica finale (1958), Gli arcangeli non giocano a flipper (1959), Aveva due pistole con gli occhi bianchi e neri (1960), Chi ruba … Continua a leggere

Pubblicato in congiuntura | Lascia un commento

Tinto Brass, videoartista

I due video sono proiettati sul pavimento di uno spazio piramidale e riflessi in una serie di specchi che cercano di creare l’illusione dell’immersione totale dello spettatore. L’autore? Tinto Brass, evidentemente non ancora rapito dal genere erotico-goldoniano, se il tema … Continua a leggere

Pubblicato in videoarte | Lascia un commento